Lavarone

 Vieni a scoprire gli innumerevoli percorsi e itinerari da vivere in Trentino con la mountain bike

Scopri i percorsi e gli Itinerari per la Mountain Bike in Trentino sull'AlpeCimbra a Folgaria, Lavarone e Luserna

Se vuoi scaricare la traccia sul tuo smartphone assicurati di aver installato l'app per leggerla.

Noi ti consigliamo queste: ANDROID     IOS

 

  • 0 Recensione

Bertoldi. Raccontano gli anziani che furono gli antichi coloni tedesco-cimbri a dare il nome alla località, per via di un certo Berthold che per primo fondò il maso, da cui prese vita la frazione. È dunque da Bertoldi che ci avviamo sulla nostra mtb per prati e pascoli fino a raggiungere la vicina e curiosa frazione di Lanzino. Non si rimane indifferenti davanti all’insolito abitato, alla lunga schiera di abitazioni variopinte, strette le une alle altre, ciascuna con un proprio colore, a distinguere le diverse proprietà. Qui si coglie, oltre che la bellezza del luogo, l’antica saggezza della gente di montagna intenta a risparmiare il territorio, da preservare per le coltivazioni. Ci bastano ora poche pedalate per raggiungere l’abitato di Albertini e la «fontana vècia», la vecchia fontana della frazione, testimone di un tempo veramente ormai, molto lontano.

  • 0 Recensione

La zona del Palù, a Lavarone Cappella, è un parco attrezzato per far divertire i bambini, ideale per passeggiare con la famiglia in tutta tranquillità, lontano dalle strade. In origine, molto tempo fa, era un prato acquitrinoso: da qui il nome, che richiama un’area paludosa, ma oggi è tutt’altro! Un coloratissimo e attrezzato parco giochi, tra i più belli del Trentino e una paradiso bike per i più piccoli. Lo lasciamo per raggiungere gli abitati di Nicolussi e di Masi di sotto. Siamo sul bordo meridionale del terrazzo lavaronese. Davanti a noi un ampio panorama, emozionante, e tutt’attorno i segni lasciati dagli antichi abitatori di questi luoghi: la caratteristica fontana scolpita ad arte da abilissimi scalpellini e i percorsi rurali accompagnati dalle tipiche «laste». Potessero parlare, cosa racconterebbero!

  • 0 Recensione

Malga Millegrobbe. Sui prati ci sono le mucche al pascolo che con i loro campanacci ci ricordano di essere nel cuore del luogo di produzione del famoso e prelibato formaggio Vezzena, tra i più rinomati del Trentino. Oggi l’antica malga d’alpeggio è un «resort», un luogo speciale per farsi coccolare tra saune e massaggi. Qui siamo nella terra dei cimbri. Luserna/Lusérn è vicina e tutto ci parla dei «Cimbarn», di una cultura e di una lingua miracolosamente sopravvissuti all’usura dei secoli. Consigliamo ai nostri Trekking Bikers di visitare le trincee. E poi via in sella verso Forte Lusérn, la meta della nostra escursione, che ci potrebbe raccontare di quel lontano 28 maggio 1915, quando sotto il terribile bombardamento italiano fu costretto ad esporre la bandiera bianca della resa…

  • 0 Recensione

Nei tempi andati il paese di Carbonare era indicato col termine di «Kankohligen», che significa «ai carbonai», cioè il luogo abitato dai boscaioli che producevano carbone di legna. È storia del passato. Da Carbonare partiamo per risalire il boscoso versante del monte Rust, avendo come meta la cima dell’altura. Lassù ci aspetta l’«Osservatorio», una struttura in muratura, priva di tetto, nelle cui pareti sono stati ricavati dei fori. Si tratta di un edificio della Grande Guerra. Nei fori stavano infissi dei proiettori elettrici che permettevano lo scambio di segnali ottici tra i forti e le stazioni di comando. Guardiamoci dentro. Non ci sono più i forti nel mirino ma il verde degli abeti, che si sono presi la scena! Riprendiamo ora la mtb e scendiamo dall’altura, usciti dal bosco ci aspetta una sorpresa… il bellissimo lago di Lavarone! Che ne dite di un tuffo in questo lago Bike Friendly? Ai lidi vi aspetta un kit con asciugamano!

  • 0 Recensione

Un tour, un bel giro per il terrazzo lavaronese. Anche il nome, nella forma tedesco-cimbra, ci intriga. Mettiamoci dunque in sella alla nostra mtb, c’è da divertirsi! Giunti a Bertoldi diamo forza alle gambe e saliamo a Slaghenaufi. Il luogo è bellissimo, con uno splendido panorama. Poi via, tagliamo il versante del monte Tablat, scendiamo a Gionghi e riprendiamo a scalare, fino al passo del Cost. Da qui è ancora discesa, fino al Forte Belvedere, il Forte Museo. Prendiamoci il tempo che serve per visitarlo: tra queste mura è passata la Storia! Rientriamo a Chiesa solcando prati e pascoli, passando per il bellissimo lago, perla azzurra e verde del Trentino. Che ne dite di un aperitivo in spiaggia?

  • 0 Recensione

Senza indugi affrontiamo questo splendido tour che percorre l’intero perimetro di Lavarone. La prima tappa è il Tomazòl. Da qui la veduta sull’Alta Valsugana e sul lago di Caldonazzo toglie il fiato! Tra i più belli del Trentino! Dopo di che, attraversati i fitti boschi del monte Tablat, raggiungiamo la… Tana Incantata! Non è la casa delle fiabe, è un ristorante di montagna che mette in tavola i piatti più gustosi dell’Alpe, formaggio Vezzena in primis. Rifocillati, proseguiamo e dal passo del Cost caliamo letteralmente sul Forte Belvedere Gschwent, il forte museo della Grande Guerra. Casamatta, camminamenti sotterranei, meritano una visita. Una vacanza in bici tra natura, panorami, ottima cucina, storia e cultura. Che volere di più?

  • 0 Recensione

L’anello lavaronese del circuito «100 Km dei Forti» è un tour mtb di media lunghezza che tocca i luoghi più belli ed emozionanti del cuore dell’Alpe Cimbra e del Trentino! Spettacolare il panorama che si ha da Slaghenaufi. Divertente la lunga discesa che dai boschi del Tablat e dal passo del Cost ci porta al Forte Belvedere! Una vera emozione il giro attorno al lago, così il giro del monte Rust e, ultimo strappo prima dell’arrivo, la scalata fino all’Osservatorio austro-ungarico, dove lo sguardo corre lontano…

  • 0 Recensione

La 100 Km dei Forti è in primo luogo una competizione mtb, una prova d’alto agonismo, cento chilometri di salite e discese per strade forestali e sentieri tra i sette forti della Grande Guerra. È anche un percorso permanente da fare e rifare a nostro piacimento. Certo, è pane per chi ha le gambe adatte ad affrontare un itinerario che è tra i più impegnativi – ma anche tra i più belli – del Trentino. Si tratta di chilometri e chilometri di emozioni, tra ampi panorami, scalate e repentine discese, passando per i Bike Chalet dell’Alpe, sempre pronti a supportarci e ad assisterci.

  • 0 Recensione

Un lungo tour in mtb che dai rilievi dell’Alpe ci porta repentinamente al fondovalle, dove più giù non si può! Per poi risalire sui monti. È impresa da buoni arrampicatori! Da Luserna/Lusérn, attraversando i boschi di Lavarone, raggiungiamo Carbonare e poi giù, per la valle del Centa, fino a Caldonazzo, nell’Alta Valsugana. Da lì risaliamo dunque sull’Alpe affrontando l’ardita strada del Menador, ben nota in Trentino, che ci offre vedute spettacolari sui laghi. Che ne dite? A Luserna l’Agritur Galeno è un ottimo punto di riferimento, per il pernottamento e per gustare atmosfere e sapori della cucina… cimbra!

Risultati 1 - 9 di 9